Sessione 2 Avventura in Città

Nella seconda sessione: gli avventurieri stanno per lasciare l’osteria della Borsa della strega e, prima di decidere dove andare, incontrano un nuovo membro Haradai, un abile bardo incaricato da Wulfa di raccogliere prove e di aiutarli nella loro ricerca di prove che li scagionino.

Gli avventurieri decidono che è meglio dividere in due gruppi: uno si muoverà verso le catacombe, mentre l’altro andrà in città per raccogliere prove e informazioni. Seguiamo il secondo gruppo guidato dal nuovo bardo Haradai, dal chierico mezzorco Ur Shak e dal ranger Edensoul.

Grazie alle abilità del ranger Edensoul, il trio incontra solo un Krampus, che viene subito ucciso dallo stesso. Il Krampus indossa una maschera molto inquietante che i tre prendono con loro per studiarla in seguito.

Arrivano in città quasi al tramonto d’inverno, intorno alle 16:30, e hanno qualche difficoltà con le guardie armate di Erellon, che non credono alle sciocchezze del bardo ma credono alla convincente prova muscolare della chierica, che “convince” con i suoi erculei muscoli.

Una volta in città, scoprono che le locande più importanti sono due: una chiamata Il Terzo Saggio e una decente chiamata Le Lance Incrociate. Haradai va alla locanda migliore delle Lance Incrociate, mentre gli altri due si dirigono alla locanda Del Terzo Saggio.

Cronache della locanda delle Lance

La locanda si trova nel quartiere del teatro, circondata da vicoli scuri e palcoscenici improvvisati. La strada esterna è affollata di ubriachi e guardie della città, il che può renderla un po’ rumorosa e caotica. Tuttavia, appena si entra nella locanda, si nota subito la sua eccezionale pulizia e illuminazione.

L’edificio è composto da un solo piano con pareti a traliccio e tetto in paglia. Ci sono alcune torce magiche che illuminano bene gli spazi comuni e le camere. Le sistemazioni consistono in un soppalco con diversi letti di legno, che offrono un riposo confortevole ma modesto. Il locandiere, Anthol, è un modesto halfling maschio. Era un ladro, ma ora ha abbandonato questa attività e si dedica alla gestione della locanda. Ha una collezione di mappe e diverse chiavi, che potrebbero essere utili per gli avventurieri che vogliono conoscere meglio la città.

Durante il soggiorno alla locanda, Haratai incontra diversi personaggi interessanti, tra cui il Tenente della guardia cittadina elfo maschio Alaras, affascinato dagli enigmi e dai giochi di parole dell’artista umana Onild, che ha perso la sua ombra a causa di una megera e intrattiene gli ospiti con la sua esibizione sul palco della locanda.

È importante notare la presenza di Aelmef, un’Alchimista umana femmina, che ha un portamento nobile, lunghi capelli neri e acuti occhi blu. Indossa abiti costosi e guanti di seta. Aelmef cerca solo fama e gloria.

Il Bardo si avvicinò furtivo all’elfo dal viso severo, con i capelli grigi e gli occhi azzurri. Era vestito con una divisa della guardia cittadina e impugnava con forza un martello da guerra e uno scudo. Era evidente che fosse un tenente, uno di quegli elfi rispettati e temuti allo stesso tempo.

Ma ciò che colpì di più il Bardo fu l’interesse di Alaras per gli enigmi e i giochi di parole. Il tenente non poteva resistere alla tentazione di mostrare la sua abilità, tirando fuori risposte agli enigmi proferiti dalla Intratenitrice. Haratai con abile destrezza, sfilò ad Alaras gli ordini bollati del suo comandante. Il tenente elfo era così rapito dal gioco di parole di Onid che riusciva a fargli dimenticare degli ordini della Comandante.

Con un sorriso soddisfatto, il Bardo Haratai si allontanò, lasciando Alaras imbambolato. Ma non prima di aver ottenuto la firma e il sigillo in possesso del tenente.

Pettegolezzi

  • Il cappellaio Choles ha rubato qualcosa dalla Gilda dei Vetri e poi è scomparso.
  • Un diavolo gigante simile a un millepiedi è stato evocato nelle fogne della capitale.
  • Le rovine di un monastero draconico si trovano nelle profondità della Foresta

Cronache della locanda del Terzo Saggio:

La locanda si trova in Rampart Lane, una via trafficata vicino alla Cattedrale dei Giardini Celesti. Nonostante la presenza di mendicanti lungo la strada, la locanda appare come una semplice baracca di legno con soffitti bassi, ma accogliente.

Gli alloggi della locanda sono costituiti da alcune brande di legno nella cantina, che potrebbero apparire semplici e rustici per alcuni, ma per i viaggiatori alla ricerca di un alloggio economico potrebbero rappresentare la scelta ideale.

La locandiera, Auciet, è una donna sovrappeso, umana e conosce bene tutti i furfanti e i ladri della città. Nonostante ciò, sembra essere molto amichevole con i suoi ospiti, offrendo loro suggerimenti sui posti migliori da visitare o dove mangiare.

Nella locanda delle Terzo Saggio la Chierica ha l’opportunità di incontrare un altro Chierico Halfling, Ibrald del Dio Madh-rawe, con cui ha una discussione teologica durante una gara di bevute. Ibrald è un sacerdote halfling maschio, buono, dall’aspetto colto, con folti capelli bianchi e occhi azzurri. Indossa abiti su misura e un mantello colorato.

Durante la rumorosa bevuta dei chierici, il Ranger incontra Enghid, un’elfa fuorilegge malvagia, con capelli ramati tagliati e occhi azzurri. Indossa abiti modesti e un simbolo sacro di legno del Dio Sasha. Enghid ha litigato con la sua compagnia di banditi elfi, e inizialmente si è trovata in contrasto con il Ranger, ma alla fine lo aiuta a trovare una balestra pesante palesemente rubata e poi passa la notte con lui.

Pettegolezzi

  • Misteriose luci sono apparse più a valle.
  • I minatori nani hanno accidentalmente risvegliato un esercito di non morti nelle Montagne Nere.
  • Il Fosso di Urin dei Nani è assediato dai troll.
  • Lord Ambel è in realtà un diavolo intrigante.
  • I minatori nani sono inciampati in un cancello sepolto sotto la montagna nera e i loro volti sono diventati masse di tentacoli contorti.