Preambolo e Sessione 1

Preambolo della campagna

Il mercante Wulfa è stato accusato di tradimento contro la città e di aver venduto segreti militari ai nemici. Nonostante le sue proteste di innocenza, il Consiglio della Città ha deciso di bandirlo e di confiscare tutti i suoi beni.

Wulfa è determinato a dimostrare la sua innocenza e a ripristinare la sua reputazione. Ha scoperto che la sua accusa è stata orchestrata dal potente sindaco della città, il quale ha interesse a mettere le mani sui beni di Wulfa.

Per dimostrare la sua innocenza, Wulfa ha bisogno di trovare le prove che testimoniano la sua non colpevolezza. Ha appreso che queste prove sono custodite all’interno di un dungeon sotterraneo, che è stato costruito secoli fa dai nani e che viene chiamato la catacomba, attualmente è utilizzato come prigione.

Wulfa cerca un gruppo di avventurieri coraggiosi e intraprendenti per aiutarlo ad infiltrarsi nel dungeon e a recuperare le prove che dimostrano la sua innocenza. Tuttavia, ci sono forze oscure che lavorano contro di loro. Il sindaco della città ha inviato i suoi uomini per fermare Wulfa e i suoi alleati. Inoltre, ci sono anche altre fazioni interessate alle prove che Wulfa sta cercando di recuperare, e che potrebbero far di tutto per mettere le mani su di esse.

Gli avventurieri dovranno navigare tra intrighi politici, giochi di potere e inganni per raggiungere il loro obiettivo. Dovranno affrontare creature pericolose, trappole mortali e l’incertezza di non sapere a chi poter realmente affidarsi. Ma se riusciranno a recuperare le prove che dimostrano l’innocenza di Wulfa, potrebbero non solo salvare la sua reputazione, ma anche avere un’enorme influenza sulla politica della città e sui suoi affari.

La prima sessione inizia con gli avventurieri che si recano alla locanda chiamata “La Borsa della Strega”, dove Wulfa li attende. Egli spiega loro la situazione e chiede il loro aiuto per dimostrare la sua innocenza. Gli avventurieri, attratti dalla promessa di una lauta ricompensa con un acconto di 25 monete d’oro a testa, accettano di aiutarlo.

Locanda della Borsa della strega

Il loro primo compito consiste nell’affrontare gli ostacoli politici che il sindaco ha messo loro davanti. Scoprono che il sindaco ha un esercito di mercenari al suo comando, e ha corrotto alcuni funzionari pubblici per agire a suo favore. Questi ostacoli potrebbero rendere difficile il loro lavoro e richiederanno la loro astuzia e le loro abilità diplomatiche.

La Guardia della città è il principale organo di sicurezza della città, ma è in gran parte fedele al sindaco e ai funzionari pubblici corrotti. Il capitano della Guardia, Nidia, è molto rispettata dai suoi uomini ed è un’abile guerriera e stratega. Tuttavia, è legata al sindaco e ai funzionari corrotti, il che potrebbe rendere difficile convincerla a collaborare con gli avventurieri.

Inoltre, ci sono alcune famiglie nobili che hanno un certo potere e influenza nella città. Queste famiglie potrebbero avere informazioni utili per gli avventurieri e potrebbero essere in grado di fornire loro un sostegno limitato. Tuttavia, esse sostengono il sindaco solo di facciata e potrebbero non voler rischiare di perdere il loro potere e la loro influenza.

Infine, gli avventurieri vengono a sapere dalla nobile Hiva (che conversava con Harliam il mercante) dell’esistenza dei ribelli, un gruppo di cittadini che si oppongono al sindaco e alla sua influenza sulla città. Essi cercano di organizzarsi per contrastare il potere del sindaco, ma sono spesso in minoranza e sotto-finanziati. Una nobile di una famiglia influente, Lady Sofia (cugina di Hiva), potrebbe fornire loro un contatto con uno di questi ribelli, grazie a una delle sue serve.

Gli avventurieri si preparano per affrontare queste sfide e iniziano a pianificare il loro approccio per dimostrare l’innocenza di Wulfa. La loro avventura continua.

PNG incontrati:

  • Gilsa Ertjornson: Tiefling intrattenitore maschio, neutrale. Gilsa ha i capelli biondi, gli occhi azzurri e la barba riccia. Indossa abiti di buona fattura e un mantello di pelliccia di lince. Gilsa parla con voce calma.
  • Harliam: Mercante Umano Maschio, buono. Harliam è basso e robusto, con i capelli rossi e gli occhi grigio scuro. Indossa abiti di buona fattura e un amuleto di bronzo.
  • Hiva: donna aristocratica umana, malvagia. Hiva ha un viso stretto, con sottili capelli argentati e occhi color ambra. Indossa abiti raffinati e un cappello piumato. Hiva cerca ricchezza e potere ad ogni costo.
  • Il locandiere è un cinico Maschio maschio umano di nome Ened. C un soldato in pensione e spesso racconta storie della Campagna Militari.
  • La locandiera è una piacente mezzelfa di nome Ray. È una ex avventuriera di tanto in tanto torna a fare questo lavoro.

Edensoul (Elfo Ranger) PG

Edensoul è un elfo cacciatore delle tenebre e ladro fantasma, abile nell’uso della magia oscura e noto per la sua astuzia e abilità nel muoversi senza farsi notare. Cresciuto in una comunità di elfi tra le foreste di Gryphwood, ha sempre dimostrato un grande interesse per la magia oscura e per l’arte del furto. Dopo aver scoperto che la sua comunità era stata attaccata da Giodan il putrido e che aveva rubato uno degli artefatti più preziosi degli elfi, Edensoul ha deciso di intraprendere un viaggio per recuperare l’artefatto e vendicare la sua comunità assieme al suo compagno d’armi Morpheus.

Durante lo scontro con Giodan e la sua orda di non morti, Morpheus attiva un portale per fuggire ma Edensoul viene colpito da una maledizione e risucchiato all’interno di un buco nero. Dopo questa esperienza, Edensoul decide di utilizzare le sue abilità per aiutare coloro che hanno bisogno di sconfiggere creature oscure, con il desiderio di un giorno sconfiggere Giodan e recuperare il cimelio perduto.

Bran (Umano Guerriero) PG

Bran è un uomo che proviene dalla città di Repool, dove ha trascorso gran parte della sua vita come membro dell’esercito cittadino. Nonostante la sua famiglia non fosse benestante e non avesse nobili origini, Bran ha deciso fin da giovane che avrebbe voluto diventare un soldato o un avventuriero. Questa scelta è stata influenzata dalla sua infanzia, dove ha sviluppato un grande amore per le avventure e la vita all’aperto.

I suoi migliori amici erano compagni d’avventura, ma sono morti in guerra. Bran ha vissuto l’orrore della guerra sulla sua pelle e dopo aver difeso la città come membro della cavalleria, ha deciso di lasciare l’esercito e intraprendere la carriera da avventuriero.

Il più grande desiderio di Bran è quello di vivere una vita libera dalla guerra e dal combattimento, e vuole esplorare il mondo e vedere nuovi orizzonti. I suoi ricordi più belli sono le cavalcate con i suoi compagni e l’addestramento militare, ma i suoi ricordi più brutti sono quelli della guerra e della perdita dei suoi amici.

Ur Shak Sfregio del Tuono (Mezzorca Chierica) PG

Ur Shak è il risultato di una storia d’amore proibita tra un soldato della marina di nome Edward Jackdow e Ur Smash, una sciamana del clan Burschag, che venera Bolg, una divinità mediana della tempesta. Dopo un naufragio causato da un’improvvisa tempesta, Edward e altri sopravvissuti furono fatti prigionieri dal clan Burschag. Ur Smash, che visitava i prigionieri per scegliere le vittime da sacrificare, si innamorò di Edward e lo protesse dal destino degli altri. I due ebbero un figlia, Ur Shak, una mezz’orca. Il clan Burschag condannò la bambina come abominio e ordinò l’esecuzione dei genitori e della figlia. Ur Smash liberò Edward e gli diede il Turuk, un chakram sacro impregnato del potere di Bolg, per proteggere la figlia. Con le sue ultime forze, Ur Smash evocò una tempesta per aiutarli a fuggire.

Edward e Ur Shak fuggirono e si nascosero su una nave mercantile, ma furono catturati dal capitano pirata Bellan, che si interessò a Ur Shak. Edward e Ur Shak furono portati a bordo della nave di Bellan, la Leonessa di Mare, insieme ad altri prigionieri. Bellan progettava di vendere Ur Shak a un ricco cliente per una somma ingente. Durante la prigionia, Ur Shak imparò a combattere e a difendersi, oltre che a navigare in mare.

Dopo un ammutinamento fallito, Bellan e il suo equipaggio furono attaccati da un gruppo di corsari, ed Edward e Ur Shak approfittarono del caos per fuggire. Furono salvati da un capitano mercantile di buon cuore, che li prese sotto la sua ala e insegnò a Ur Shak a leggere e scrivere. Ben presto, però, furono braccati da Bellan, sopravvissuto alla battaglia e deciso a riconquistare Ur Shak. Nella resa dei conti finale, Edward si sacrificò per dare a Ur Shak il tempo di fuggire. Ur Shak giurò di vendicare la morte del padre e di continuare la sua eredità.

Mordrog Winterspear (Mezzorco Barbaro) PG

Mordrog è un mezzorco che viene dalle montagne Cima Nera, una zona caratterizzata dalla presenza di ghiacci perenni. La sua famiglia è composta dal padre Gorash, il capo villaggio, e dalla madre Zakra la Cremisi. Fin da bambino, Mordrog ha vissuto la vita della tribù, dedicandosi completamente alla guerra e alla caccia. Tuttavia, Mordrog è fuggito dalla sua tribù per salvare Sophie, una ragazza tenuta prigioniera dalla sua tribù. Non ha molti amici, ma ha una persona per cui ha dei sentimenti che è fuggita insieme a lui. Il suo più grande desiderio è quello di rincontrare Sophie e tornare un giorno nella sua tribù. I suoi ricordi più belli includono il tempo trascorso con suo padre durante l’addestramento al combattimento e quando ha incontrato Sophie per la prima volta. I suoi ricordi più brutti sono legati al momento in cui ha dovuto abbandonare la sua tribù e quando tutto il suo popolo lo ha attaccato.