Sasha il custode dei nomi (Neutrale Puro)

Nell’isola di Vine, dove l’eterna alternanza del positivo e del negativo è presente in ogni cosa, la divinità Sasha regna sovrana come una ruota di fuoco. I fili del destino si avvolgono attorno alla sua figura e si dissolvono al suo interno, mentre lei stessa rappresenta la ciclicità dell’universo e dei suoi ritmi eterni.

Sasha è una divinità enigmatica, senza chierici ma con numerosi ordini monastici che seguono la via del ki, l’energia che pervade ogni cosa. I monaci che seguono questa via sono in grado di utilizzare questa energia per raggiungere i loro scopi e le loro finalità, seguendo diverse filosofie e stili di vita.

Pietre Sacre

Le pietre sacre sardonica e opale nero, preziosi doni della natura, sono considerate sacre dai monaci che le utilizzano per raggiungere una maggiore armonia con il ki di Sasha e con l’universo stesso. Nell’isola di Vine, la presenza di Sasha si fa sentire ovunque, e i suoi monaci sono testimoni della sua presenza divina e della sua guida eterna.